Tag Archives: eagle/ aquila

Eagle eyes

Most of the dream I cannot remember, but I remember the eagle flying overhead, at first I thought it was a vulture, then I understood it was an eagle.  Then I became aware of the vision of the eagle, the way it was fixing something below on the ground and I followed the entire line of vision as if it was rendered visible.  When I understood what the eagle set it sights on, at that same moment the eagle dove down and grabbed it with its beak.

aquile-pesci/ eagles-fish

Mi trovo in un paesaggio circondato da monti. Alcuni uccelli nel cielo. Due aquile, enormi, con un’apertura alare di 30-50 metri, volteggiano in una sorta di rito d’amore, e riesco persino a sentire il fruscio prodotto dal battito delle loro formidabili ali. Lo spettacolo mette soggezione. Lí accanto, c’é una peschiera con pesci di colore scuro. D’improvviso, mi rendo conto che alla mia sinistra, quasi nascosto in una grotta appena al di sotto della linea costiera, c’é un pesce enorme, nero, che guarda verso il mare aperto. Un uomo che in qualche modo ha legami col posto dice che é, o non é, un pesce pericoloso. Al risvegli, avevo un pó di paura: il pesce era pericoloso. Puó darsi che le aquile lo prendano.

da Animali del Sogno, James Hillman

Il mantello del mago

Sono in piedi nella cambusa del peschereccio sul quale lavoro, e con me, intorno al tavolo, ci sono gli altri quattro membri dell’equipaggiamento e il capitano. Mi accorgo che a ognuno dei cinque uomini corrisponde un animale diverso, che tengono o che hanno accanto a sé. Non é chiaro di che animali si tratti, perché sia gli uomini sia gli animali sono nascosti nell’ombra. Inoltre, rimango incantato dall’apparizione, a mezz’aria, di una forma di una brillantezza e di una luminositá abbagliante – un’aquila bianca come la neve le cui piume sono ricoperte di stelle e mezzelune color blu notte. Penso con spavento che l’aquila porti tali emblemi sul mantello di un mago. L’aquila poi si posa su di me, spiegando le ali, e mi rendo conto poco a poco che questa creatura regale, la quale continua a mandar lampi dalla sua forma e a diventare sempre piú luminosa. Mi vien fatto di pensare che quell’animale ci porterá fortuna nella pesca.

da Animali del Sogno, James Hillman

Piume/ Feathers

Sono in piedi davanti allo specchio, nella nostra cucina, e mi pettino con la spazzola di mia figlia. A ogni colpo di spazzola mi si stacca una gran quantitá di capelli, e mi rendo conto che nella mia chioma ci sono dei buchi, delle zone prive di capelli. Mi chiedo con stupore se ricresceranno. Vado a una festa e parlo di questi buchi con alcune persone, chiedendo loro se pensano che ricresceranno. Mi dicono di no, ma ogni volta che metto la mano sul buco sento che ci sono delle piccole piume dure e bianche, come quelle che hanno sulla testa le aquile. Mi danno una sensazione piacevole, e mi piace questo segreto.

da Animali del Sogno, James Hillman

I am standing in front of the mirror, in our kitchen, and I am combing my hair with the my daughter’s brush. Each brush stroke takes me off a large quantity of hair, and I realize that in my hair there are holes, areas without hair. I wonder if it will grow back. I go to a party and talk about the holes with some people, asking them if they think the hair will grow back. They say no, but every time I put my hand on the hole I feel that there are little hard-and-white feathers, like those in the eagles’ heads. They give me a pleasant feeling, and I like this secret.

Gravida/ Pregnant

Volando sulle cime di montagne rocciose e affilate come lame, seguo un’aquila nel suo tentativo di avvicinarsi ad alcuni nidi posti in remote zone. Ogni qualvolta l’aquila é vicina alla meta un fulmine si scatena e colpisce il nido, facendo indietreggiare l’aquila impaurita.
Il clima é tetro, un freddo glaciale, i colori delle alture infinite e dei luoghi distanti inospitali: grigi e azzurri atmosferici sono i toni dominanti.
All’ennesimo fulmine l’aquila riesce ad afferrare una delle uova deposte nei nidi e a trarla in salvo, penso. Poi peró si aggiunge un’ansia improvvisa: cosa ne sará delle altre uova e con quale criterio é stata fatta la scelta?

Flying over the tops of mountains that are rocky and sharp as blades, I follow an eagle in her attempt to get closer to some nests placed in remote areas. Each time the eagle is close to the goal, unleashed a bolt of lightning hits the nest and the eagle back by fear.
The climate is bleak, icy cold, the colors of endless hills and far away inhospitable places: gray and blue tones are the dominant shades.
After several lightning strikes the eagle is able to capture one of the eggs laid in the nests and pull it to safety, I think. But then a sudden anxiety comes to me: what will be of the other eggs, and with which criteria has been made ​​the choice?